TDG-ARCHIVIOredcircle.jpeg




Shared on Feb 17, 2014 2:44 pm by aaa91
Edited last by aaa91 on Feb 17, 2014 2:44 pm



(Giovanni 11:11) Egli disse queste cose, e dopo ciò disse loro: “Lazzaro, il nostro amico, è andato a riposare, ma io vado a svegliarlo dal sonno”.

(Giovanni 11:14-44) Allora, perciò, Gesù disse loro apertamente: “Lazzaro è morto, 15 e mi rallegro per voi che non ero là, affinché voi crediate. Ma andiamo da lui”. 16 Perciò Tommaso, che era chiamato Il Gemello, disse ai suoi condiscepoli: “Andiamo anche noi, per morire con lui”. 17 Quindi Gesù, arrivato, trovò che era già da quattro giorni nella tomba commemorativa. 18 Ora Betania era vicina a Gerusalemme, a circa tre chilometri di distanza. 19 Così molti dei giudei erano venuti da Marta e Maria per consolarle riguardo al loro fratello. 20 Marta dunque, avendo udito che Gesù veniva, gli andò incontro; ma Maria era seduta a casa. 21 Marta disse dunque a Gesù: “Signore, se tu fossi stato qui mio fratello non sarebbe morto. 22 E anche adesso so che quante cose tu chieda a Dio, Dio te le darà”. 23 Gesù le disse: “Tuo fratello sorgerà”. 24 Marta gli disse: “So che sorgerà nella risurrezione, nell’ultimo giorno”. 25 Gesù le disse: “Io sono la risurrezione e la vita. Chi esercita fede in me, benché muoia, tornerà in vita; 26 e chiunque vive ed esercita fede in me non morirà mai. Credi tu questo?” 27 Gli disse: “Sì, Signore; io ho creduto che tu sei il Cristo, il Figlio di Dio, Colui che viene nel mondo”. 28 E detto questo, se ne andò e chiamò sua sorella Maria, dicendo segretamente: “Il Maestro è presente e ti chiama”. 29 Questa, udito ciò, si alzò in fretta e andò da lui. 30 In effetti, Gesù non era ancora venuto nel villaggio, ma era sempre nel luogo dove Marta gli era andata incontro. 31 Perciò i giudei che erano con lei nella casa e la consolavano, vedendo Maria alzarsi in fretta e uscire, la seguirono, supponendo che andasse alla tomba commemorativa per piangere là. 32 Quindi Maria, quando fu arrivata dov’era Gesù, scortolo, cadde ai suoi piedi, dicendogli: “Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto”. 33 Gesù, perciò, vedendola piangere e vedendo piangere i giudei venuti con lei, gemé nello spirito e si turbò; 34 e disse: “Dove l’avete posto?” Gli dissero: “Signore, vieni e vedi”. 35 Gesù cedette alle lacrime. 36 Perciò i giudei dicevano: “Vedi, che affetto aveva per lui!” 37 Ma alcuni di loro dissero: “Non poteva quest’[uomo] che ha aperto gli occhi del cieco impedire che questi morisse?” 38 Quindi Gesù, gemendo di nuovo dentro di sé, venne alla tomba commemorativa. Era, in effetti, una spelonca, e contro di essa era posta una pietra. 39 Gesù disse: “Togliete la pietra”. Marta, la sorella del deceduto, gli disse: “Signore, ormai deve puzzare, poiché è il quarto giorno”. 40 Gesù le disse: “Non ti ho detto che se credi vedrai la gloria di Dio?” 41 Perciò tolsero la pietra. Ora Gesù alzò gli occhi al cielo e disse: “Padre, ti ringrazio di avermi ascoltato. 42 Veramente, io sapevo che mi ascolti sempre; ma ho parlato a motivo della folla che sta intorno, affinché credano che tu mi hai mandato”. 43 E, dette queste cose, gridò ad alta voce: “Lazzaro, vieni fuori!” 44 L’[uomo] che era stato morto venne fuori con i piedi e le mani avvolti in fasce, e il viso avvolto in un panno. Gesù disse loro: “Scioglietelo e lasciatelo andare”.

(Marco 5:35-42) Mentre parlava ancora, alcuni uomini vennero dalla casa del presidente della sinagoga, dicendo: “Tua figlia è morta! Perché disturbare ancora il maestro?” 36 Ma Gesù, udita per caso la parola che si diceva, disse al presidente della sinagoga: “Non aver timore, solo esercita fede”. 37 Ora non lasciò che nessuno lo seguisse tranne Pietro e Giacomo e Giovanni fratello di Giacomo. 38 E giunsero alla casa del presidente della sinagoga, ed egli vide la rumorosa confusione e quelli che piangevano ed emettevano molti lamenti, 39 e, dopo essere entrato, disse loro: “Perché causate rumorosa confusione e piangete? La fanciullina non è morta, ma dorme”. 40 Allora ridevano sprezzantemente di lui. Ma, avendoli mandati tutti fuori, prese con sé il padre e la madre della fanciullina e quelli che erano con lui, ed entrò dov’era la fanciullina. 41 E, presa la mano della fanciullina, le disse: “Talithà cùmi”, che, tradotto, significa: “Fanciulla, ti dico: Alzati!” 42 E immediatamente la fanciulla si alzò e camminava, poiché aveva dodici anni. E subito furono presi da grande estasi.

(Luca 23:43) Ed egli disse a lui: “Veramente ti dico oggi: Tu sarai con me in Paradiso”.

(Rivelazione 20:12, 13) E vidi i morti, grandi e piccoli, in piedi davanti al trono, e dei rotoli furono aperti. Ma fu aperto un altro rotolo; è il rotolo della vita. E i morti furono giudicati dalle cose scritte nei rotoli secondo le loro opere. 13 E il mare diede i morti che erano in esso, e la morte e l’Ades diedero i morti che erano in essi, e furono giudicati individualmente secondo le loro opere.

(Isaia 26:9) Con la mia anima ti ho desiderato nella notte; sì, col mio spirito dentro di me continuo a cercarti; perché, quando da te ci sono giudizi per la terra, gli abitanti del paese produttivo certamente imparano la giustizia.









comments powered by Disqus